Calendario Eventi

<<  Marzo 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Iscrizione Newsletter

Iscriviti alle nostre Newsletter se vuoi essere costantemente informato in anteprima sulle attività della nostra Galleria.

LAMPI DI LUCE Stampa E-mail

presentazione del libro di Suddhananda Giri 
(EDIZIONI LAKSMI)

 

copertina-lampi-luce 72Giovedì 22 settembre 2011 - ore 17:30

Attraverso il filo conduttore della danza si narrano meravigliosi poemi indiani, si visualizza il percorso interiore del devoto nel tempio, architettura del corpo umano e divino, tra le geometrie cosmiche degli yantra.

La danza è il filo conduttore attraverso cui si narrano meravigliosi poemi indiani, si visualizza il percorso interiore del devoto nel tempio, architettura del corpo umano e divino, tra le geometrie cosmiche degli yantra. La danza si offre come esempio sublime di unità delle arti: è teatro, è narrazione di storie divine che fanno dimenticare al danzatore ogni sentimento personale, è geometria, rito, preciso sistema di sguardi e gesti, è tutto ciò che lo spettatore, anch’egli protagonista attivo, realizza dentro di sé. In esso si indaga infatti sulla tradizione millenaria indiana, in modo particolare sulla relazione esistente tra l’uomo, il divino e l’arte. Lo scopo dell’arte in India non consiste nella bellezza in sé, ma nell’abilità di evocare gli stati più elevati dell’essere. Ogni espressione della manifestazione ricorda il movimento sinuoso e colmo di gioia e potenza di una danza.



Relatori:

Suddhananda Giri (autrice)
Rappresentante della Casa Editrice Laksmi